fbpx

I vantaggi di un ristorante in spiaggia

Come ti abbiamo già raccontato nell’articolo Quali attività organizzare in spiaggia, per far sì che il tuo stabilimento balneare sia ricercato, sempre pieno, frequentato sia dai turisti occasionali sia dagli storici abbonati, non potrai fare a meno di offrire ai clienti servizi alternativi al semplice ombrellone. Il bar e il ristorante in spiaggia sono forse il primo passo da compiere: dotare la tua struttura di uno o più luoghi dove offrire da bere e da mangiare è fondamentale, e anche se aumenterà il carico di lavoro e le spese, sarà un’eccellente fonte di guadagni e popolarità.

Se dotarsi di un ristorante è fondamentale, altrettanto importante è informare i clienti. Una piattaforma come Cocobuk, sul quale puoi iscrivere il tuo stabilimento, ti permette di inserire tutte le informazioni e le fotografie con cui vuoi presentare la tua struttura. Potrai quandi essere trovato dai I clienti che, per esempio, cercheranno una spiaggia con ristorante, escludendo le altre dalla ricerca.

Ecco allora alcuni consigli su cosa e come allestire nel tuo stabilimento: ristorante o pizzeria, tavola fredda e calda, cocktail bar o addirittura un servizio di take away.

 

Come e perché servire da mangiare in spiaggia

Tante e diverse sono le ragioni per le quali dovresti servire da mangiare o da bere sulla tua spiaggia. Quando arrivano la bella stagione, le ferie, soprattutto per chi se le può godere solo una o due settimane all’anno, mangiare bene senza dover cucinare e portarsi il pranzo al sacco è desiderio di molti, anche e soprattutto di chi, magari, si porta abitualmente il pranzo da casa al lavoro.

Mangiare intorno a un tavolo, sotto l’ombra di una pineta o di un gazebo, è anche un momento conviviale, di aggregazione: per i piccoli nuclei familiari composti da genitori e figli, per le famiglie allargate in cui ci sono anche zii e nonni, per le comitive di amici che – tra un bagno e l’altro, tra una partita a beach volley e l’altra – vogliono rifocillarsi.

Potrai prevedere l’allestimento di una tavola calda self service, forse la soluzione più pratica dal punto di vista del gestore, oppure un sistema di mensa servita, in cui ogni giorno il menù cambia e offre 3 o 4 pasti per portata (antipasti, primi, secondi e contorni).

Anche la pizza, però, rappresenta uno tra i cibi più consumati in spiaggia: perché è comodo, non richiede posate… e perché piace a tutti!

Un forno a legna nel tuo stabilimento balneare, inoltre, gli darà quel tocco rustico e caratteristico in più, oltre a profumare l’ambiente a ora di pranzo: l’odore della pizza appena sfornata è davvero impareggiabile!

Il ristorante o la pizzeria in spiaggia, poi, non devono essere un’esclusiva di chi frequenta lo stabilimento balneare: potrai decidere se limitare l’ingresso solo a chi ha fatto il biglietto d’ingresso, se realizzare la struttura con un accesso separato, un ingresso parallelo a quello dello stabilimento. In questo modo, anche chi non può o non vuole trascorrere la giornata al mare potrà apprezzare la cucina del tuo ristorante. Pensa a chi, per esempio, vuole semplicemente trascorrere una pausa pranzo diversa dal solito: se si ha la fortuna di abitare e lavorare in una città di mare…

Tra le soluzioni che potrai considerare, infine, perché non pensare al take away? Un’alternativa in più per chi sia solo di passaggio, o abbia deciso all’ultimo momento di non trattenersi in spiaggia oltre l’ora di pranzo, magari per tornare a casa o raggiungere la famiglia o degli amici.

 

Cosa mangiare in spiaggia

I menù da spiaggia sono i più vari, sia per chi approfitta del ristorante o della pizzeria dello stabilimento sia per chi preferisce portarsi il pranzo da casa. Il vantaggio di ordinare al ristorante, tuttavia, è evidente: si possono scegliere piatti preparati al momento e non si ha l’ingombro di una borsa o di uno zaino frigo da portarsi dietro.

 

Quali sono, allora, i cibi che possono incontrare il gusto della maggior parte dei clienti, in spiaggia?

  • Delle insalate leggere ma ricche di verdura di stagione: pomodori, peperoni, zucchine e melanzane, accompagnate da pane, cracker o crostini e magari dei formaggi freschi e poco stagionati (la mozzarella, in particolare), o ancora da pollo o tacchino.
  • La pasta, calda o fredda. Ricette semplici, veloci, con pochi ingredienti e facili da digerire: una sempre apprezzata pasta al pomodoro e basilico o accompagnata da verdure di stagione.
  • Insalate di riso, forse il piatto unico più celebre e ricorrente sulla spiaggia. Se avrai deciso di installare una mensa, invece del ristorante, sia le insalate classiche sia quelle di riso potranno essere composte direttamente nel piatto del cliente, a partire da una serie di ingredienti sfusi. Può sembrare un dettaglio da poco, permetterà alla tua cucina di risparmiare parecchio tempo, soprattutto perché potrai riempire di volta in volta solo le teglie con gli ingredienti che finiscono.
  • Piatti a base di pesce: in padella, alla piastra o anche fritto, purché leggero. Il pesce in riva al mare è tanto buono quanto poetico!
  • Piatti esotici, che ricordano tradizioni di altri paesi: pesce crudo, come sushi o poke hawaiano, mix di frutta e verdura, e tutto quello che ricordi mare, spiaggia, ombrelloni, abbronzatura

Tra i clienti del tuo stabilimento, ci sarà anche chi preferisce pranzare semplicemente con un semplice trancio di pizza al bar o con un gelato: per questo motivo, dovrai fare in modo che anche i tuoi chioschi siano sempre riforniti di cibo, e che camerieri e gestori debbano dire il meno frequentemente possibile “ci dispiace, ma questo prodotto è esaurito”.

Condividi:


Come riempire uno stabilimento balneare anche nella bassa stagione
Come fare ad aprire uno stabilimento balneare: leggi, burocrazia, consigli
Il caso del lido di Pescaria a Trani, boom di prenotazioni con Cocobuk
previous arrow
next arrow
Slider
Cocobuk Manager

Tutto quello di cui hai bisogno per gestire la tua spiaggia e le prenotazioni online.

Scopri di più