fbpx

Come rendere davvero social la tua spiaggia

Abbiamo visto insieme come aprire uno stabilimento balneare, ti abbiamo dato alcuni consigli su come allestirlo al meglio, quali attività organizzare. Hai scoperto quali strumenti web usare per farti pubblicità, far conoscere la tua spiaggia e trovare clienti. Adesso non ti resta che imparare come mantenere sempre viva l’attenzione, intrattenere i tuoi clienti anche quando sono lontani dallo stabilimento.

Gli strumenti che hai a disposizione, probabilmente, li conosci già e li usi a scopo personale, per svago o per restare in contatto con amici e conoscenti, o per seguire i brand e i personaggi pubblici che preferisci: Facebook e Instagram, per esempio, oppure il social che più di altri sta spopolando tra i giovani, TikTok.

Vogliamo comunque darti dei consigli per trarre il meglio, a livello professionale, da queste piattaforme: se utilizzati nel modo giusto, infatti, i social network rappresentano un modo per farti pubblicità a zero budget oppure con investimenti molto più bassi, rispetto a quelli che dovresti fare su altri canali di comunicazione.

 

Impara a conoscere le peculiarità dei social network

Ogni social network ha delle caratteristiche particolari ed è frequentato da una tipologia precisa di pubblico:

  • Facebook è apprezzato soprattutto dalle persone dai 25-30 anni in su: dalla sua nascita, poco più di un decennio fa, l’audience è cresciuta di pari passo con la piattaforma, sulla quale trascorrono parecchi minuti al giorno – se non qualche ora – adulti di ogni parte del mondo. Viene usato prevalentemente per condividere testi, video, immagini e link, e per interagire con i brand che più si amano;
  • Instagram è il regno dell’immagine e dei giovani. L’audience media è un po’ più giovane di Facebook e i contenuti testuali passano spesso in secondo piano, per la stessa natura della piattaforma. Tra le sue peculiarità, come per Facebook, ci sono le stories: brevi video o slide di immagini che ognuno può postare sul suo profilo, in privato: se un tuo contatto le vuole vedere, non le troverà nella pagina principale con tutti gli aggiornamenti ma dovrà cliccarci su;
  • TikTok, social network cinese, è noto per essere un enorme archivio di video istantanei: anche Instagram ha questa funzione, come detto, ma TikTok la porta all’estremo e ne fa la sua unica e peculiare caratteristica. Spontaneità è la parola d’ordine.

 

Trova i punti di forza del tuo stabilimento

Quando avrai preso confidenza con il funzionamento delle piattaforme – per iniziare basta poco, potrai accrescere la tua esperienza e formarti poco alla volta – dovrai trovare i punti di forza del tuo stabilimento e declinarli su uno o su più social network. Se, ad esempio, gestisci una spiaggia dalla sabbia bianca e finissima, e dal lungo bagnasciuga, potrai ritrarre il panorama in delle foto e pubblicarle, magari in dei particolari momenti della giornata: all’alba, al tramonto o quando il sole batte perpendicolare sull’acqua, generando riflessi come se il mare fosse di diamante.

Il tuo stabilimento è dotato di uno o più bar, di un ristorante, di una pizzeria con forno a legna? Potrai scattare delle foto o dei video ai barman, ai pizzaioli o ai cuochi, e far venire l’acquolina in bocca ai tuoi follower, invitandoli a fare un salto in spiaggia. Proietti periodicamente dei film all’aperto? Quale modo migliore per ricordare ai tuoi clienti gli appuntamenti serali, se non una foto all’imbrunire, con le luci e il telo che si abbassano?

Per rendere la tua spiaggia davvero social, quindi, dovrai promuovere ogni genere di attività che si svolge nel tuo stabilimento: partite di beach volley o beach tennis, amatoriali o da competizione; immersioni, massaggi o tutti gli eventi possibili per animare le sere estive. Dovrai comunicare ai tuoi clienti che, quali che siano le loro preferenze, nel tuo stabilimento non potranno mai annoiarsi: se cercano l’adrenalina la troveranno, e allo stesso modo se cercano il riposo.

 

Coinvolgi i tuoi clienti

Non è detto che sia tu a dover fare tutto il lavoro necessario per diffondere una bella immagine del tuo stabilimento. Abbiamo detto poco sopra che le persone amano postare foto e video degli ambienti che frequentano, delle esperienze che vivono, anche e soprattutto sotto forma di selfie: perché, allora, non coinvolgerli e chiedere loro di “darti una mano”?

Qualora non lo facciano già spontaneamente, infatti, potrai invitare i tuoi follower a postare delle foto quando sono in spiaggia: al bar, sul bagnasciuga, in acqua sul materassino, poco prima dell’inizio di una partita a tennis, all’ingresso o all’uscita di uno stabilimento.

Per aumentare il coinvolgimento, potrai anche indire dei piccoli concorsi e mettere in palio dei premi: omaggi, ingressi gratuiti o buoni per accedere a un servizio o un evento. La competizione e la possibilità di vincere, infatti, stimolano la partecipazione, e ti potrebbero garantire un positivo ritorno d’immagine.

 

Investi nell’immagine a lungo termine

Utilizzare i social (e farlo bene) può essere un volano per la popolarità della tua spiaggia. Soprattutto se non vuoi investire una parte del tuo budget, però, i risultati si costruiranno poco alla volta, sul medio e lungo termine. Potrà sembrarti una debolezza ma non lo è: quello che ottieni poco alla volta, e grazie al gradimento spontaneo dei tuoi clienti, difficilmente lo perderai con un colpo di spugna. La fama della tua spiaggia, così social, sarà il miglior biglietto da visita per chi ancora non la conosce e per chi non vede l’ora di tornarci.

Condividi:


Come riempire uno stabilimento balneare anche nella bassa stagione
Come fare ad aprire uno stabilimento balneare: leggi, burocrazia, consigli
Il caso del lido di Pescaria a Trani, boom di prenotazioni con Cocobuk
previous arrow
next arrow
Slider
Cocobuk Manager

Tutto quello di cui hai bisogno per gestire la tua spiaggia e le prenotazioni online.

Scopri di più