fbpx

Estate 2020: le 11 regole da seguire in spiaggia nel post covid-19

Dal 29 Maggio sarà possibile andare al mare, ma non pensiamo a feste in spiaggia o sfide di beach volley e biliardino. Da dimenticare anche bagni in compagnia e cene con annesse passeggiate notturne sulla battigia. La diffusione del covid-19 ci impone un’estate di distanze da rispettare e divieti, scandendo le giornate tramite regole precise ed indicazioni regionali.

Chi più risentirà di queste restrizioni saranno i bambini, a cui le restrizioni imporranno poco divertimento e tanta attenzione, ma sicuramente avremo l’opportunità di rinfrescarci all’aria aperta anche facendo un bagno in mare.

Siamo certi che dopo un primo periodo di adattamento l’estate 2020 scorrerà esattamente come tutte le altre, basterà rispettare poche e semplici indicazioni:

1) Registrazione degli ingressi e prenotazioni online

Per prevenire pericolosi assembramenti, gli accessi alle spiagge dovranno avvenire in modo ordinato e controllato. È opportuno pianificare il check-in per fasce orarie favorendo le prenotazioni online e acquisendo anticipatamente tutte le informazioni necessarie.

Per rendere il check-in all’ingresso degli stabilimenti balneari più rapido è consigliabile utilizzare un sistema di gestione degli ingressi che consenta la scansione del ticket di prenotazione tramite QR-code.

Oltre che per evitare assembramenti è buona prassi registrare i clienti per monitorare gli ingressi limitando eventuali problemi di diffusione del contagio.

 

2) Incentivare l’utilizzo delle carte di credito e limitare l’uso delle banconote

Garantire la sicurezza dei tuoi clienti e dei tuoi collaboratori è molto importante, per questo motivo è incentivato l’utilizzo dei sistemi di pagamento digitali evitando la circolazione di denaro contante all’interno degli stabilimenti balneari.

Utilizzando un sistema di prenotazione online potrai consentire ai tuoi clienti di pagare comodamente tramite carta di credito in maniera anticipata e sicura.

 

3) Predisporre le distanze di sicurezza

Per questa stagione le distanze da mantenere saranno indicativamente di 5 metri tra le file e di 4,50 metri tra gli ombrelloni. A prescindere dalle distanze tra le varie postazioni va sempre garantita la misura di un metro di distanza tra le persone, anche se appartenenti allo stesso nucleo familiare.

 

4) Divieti di attività ludiche, ricreative e sportive

Qualsiasi attività ludico ricreativa come calcetto, bocce, beach volley, biliardino e aree di gioco per bambini è esplicitamente vietata. Sono vietate anche le aree comuni di svago e le aree destinate alla fruizione dei pranzi in comune.

 

5) Mantenere le distanze anche in acqua

La distanza di 1 metro andrà rispettata anche in acqua ed i bagnini di salvataggio avranno l’obbligo di vigilare e di regolamentare gli accessi al mare per garantire la totale sicurezza dei bagnanti.

 

6) Igienizzazione e sanificazione costante e ripetuta durante la giornata

Per gli stabilimenti balneari sarà obbligatorio garantire la ordinaria pulizia giornaliera, prestando molta attenzione alle varie superfici, agli arredi e alle aree comuni. La sanificazione andrà effettuata in maniera regolare e ripetuta più volte nell’arco della giornata garantendo igienizzazione a base di cloro per attrezzature quali sedie, lettini e servizi igienici.

 

7) Vietare l’uso promiscuo di lettini e attrezzature

Per evitare il diffondersi del contagio è opportuno assicurare la non promiscuità nell’uso di lettini, sdraio e qualsiasi altra tipologia di attrezzatura tra le postazioni. Mettere a disposizioni dei clienti dei disinfettanti per l’igiene delle mani nelle aree comuni e nelle docce oltre che in prossimità dei servizi igienici.

 

8) Garantire percorsi sicuri

Garantire la regolamentazione degli accessi e degli spostamenti sulle spiagge e negli arenili dove l’utilizzo delle attrezzature deve essere predisposto per garantire il distanziamento sociale.

 

9) Vietato l’accesso agli stabilimenti dalle ore 23 sino alle 6 del mattino

L’accesso alle spiagge sarà vietato dalle ore 23 sino alle 6 del mattino, in modo da non vanificare le operazioni di sanificazione degli stabilimenti balneari a carico dei titolari. Queste dinamiche verranno coordinate da prefettura e comuni.

 

10) Regolamentare bar e ristoranti

Le linee guida e le disposizioni in materia di servizi bar e ristorazione seguiranno specifiche disposizioni normative per la categoria. Qualsiasi attività di ristorazione o bar sarà in ogni caso tenuta a garantire le distanze per i clienti e a sanificare e igienizzare le attrezzature.

 

11) Disposizioni e regolamenti sempre in aggiornamento

L’evoluzione delle disposizioni di governo e l’evoluzione dello scenario epidemiologico a carattere nazionale o internazionale detteranno le linee guida degli aggiornamenti delle disposizioni in caso di necessità.

 

Condividi:


Come riempire uno stabilimento balneare anche nella bassa stagione
Come fare ad aprire uno stabilimento balneare: leggi, burocrazia, consigli
Il caso del lido di Pescaria a Trani, boom di prenotazioni con Cocobuk
previous arrow
next arrow
Slider
Cocobuk Manager

Tutto quello di cui hai bisogno per gestire la tua spiaggia e le prenotazioni online.

Scopri di più