fbpx

Quali attività organizzare in spiaggia ⠀ ⠀ ⠀ ⠀ ⠀ ⠀ ⠀ ⠀ ⠀ ⠀

Se pensi che la spiaggia sia soltanto sole, mare e un chiosco di bevande o gelati, forse potresti riconsiderare le tue priorità. Se è vero, infatti, che tanta della gente che viene in spiaggia lo fa principalmente per rilassarsi, prendere il sole, farsi il bagno e godersi la giornata sotto l’ombrellone, tra un libro e una Settimana Enigmistica, tanti clienti desiderano divertirsi.

Per questo motivo, potresti pensare di arricchire l’offerta del tuo stabilimento balneare con una serie di servizi e attività che incontrino i diversi gusti del tuo pubblico, con un occhio ai diversi target ai quali ti riferisci. In questo articolo troverai alcune proposte e spunti interessanti su cosa fare in spiaggia. Se poi sei alla ricerca di uno strumento che ti permetta di pubblicizzare queste attività, presentandole ai tuoi potenziali clienti già in fase di prenotazione, puoi provare gratuitamente Cocobuk e scoprire tutte le sue funzioni e potenzialità.

I fondamentali: bar e ristorante

Bere, mangiare, chiacchierare di fronte a un cocktail o un caffè, magari seduti a un tavolino rivolto verso la spiaggia e il mare: tutti gli stabilimenti balneari che non siano improvvisati devono dotarsi di un bar, e possibilmente anche di un ristorante o una pizzeria / tavola calda. Tante famiglie, tanti ragazzi ma anche tante persone anziane, amano andare al mare la mattina e tornare nel tardo pomeriggio, poco prima che lo stabilimento balneare chiuda.

Alcuni preferiscono portare con sé il cibo da casa, ma tanti altri non escono di casa che con un telo da mare e uno zainetto leggerissimo. Questo non vuol dire che anche loro non vogliano fare uno spuntino o pranzare! Dare loro la possibilità di prendere un caffè, una bibita fresca, scegliere tra un tramezzino, un trancio di pizza o un’insalata di pasta, per esempio, è sicuramente un valore aggiunto. Dotarsi di una vera e propria cucina da ristorante, poi, sarà ancora meglio: è impagabile l’esperienza di gustare del pesce fritto mentre, in lontananza, si sente lo sciabordio delle onde e lo stridio dei gabbiani…

Il tuo bar o ristorante, poi, potranno anche essere allestiti con schermi o maxi-schermi (radio e musica li abbiamo dati per scontati), in modo che possano essere un punto d’aggregazione anche quando ci sono degli eventi sportivi da trasmettere: la Formula Uno o il Motomondiale, ad esempio, ma anche i Mondiali o gli Europei di calcio, e tutti gli sport che l’estate riempiono i palinsesti televisivi.

Attività sportive e adrenaliniche

Tra le attività da organizzare in spiaggia, e non solo da guardare in televisione, ci sono proprio quelle sportive. Dotarsi di campi da beach volley o beach tennis è una delle scelte migliori che tu possa fare, perché attirerai dei clienti in più e ne assicurerai ai tuoi chioschi: una granita o una birra ghiacciata, dopo una partita sotto il sole e sulla sabbia rovente, sono soddisfazioni impagabili!

Anche il beach soccer è molto divertente, e al pari di volley non richiede particolari opere di allestimento o manutenzione: le reti e le porte e delle strisce di tessuto per delimitare il campo. Potrai decidere di mettere a disposizione dei palloni, ma in genere gli appassionati di queste discipline sportive se lo portano direttamente da casa, e lo stesso discorso vale per il beach tennis.

Se vuoi dare ancora più visibilità al tuo stabilimento, tuttavia, potrai andare oltre il semplice allestimento dei campi: potrai organizzare dei tornei, amatoriali o professionali. Tanti stabilimenti balneari, infatti, ospitano partite di competizioni ufficiali oppure ne organizzano di proprie. A fronte di una piccola quota d’iscrizione, potrai accendere l’adrenalina mettendo in palio dei ghiotti premi: un abbonamento mensile o stagionale allo stabilimento, grazie ai quali avrai guadagnato un cliente che, probabilmente, utilizzerà tutti gli altri servizi del tuo stabilimento.

Attività rilassanti in spiaggia

Sudare e divertirsi, ma non solo: tra le attività da organizzare in spiaggia, non possono mancare quelle per far rilassare i tuoi clienti. Potrai ad esempio decidere di allestire una zona solarium, in cui chi lo desidera può prenotare un lettino in una zona un po’ più isolata, rispetto al resto dello stabilimento, in cui abbandonarsi esclusivamente ai raggi del sole e lasciare come sottofondo lontano i rumori della spiaggia.

Nella stessa area, inoltre, potresti prevedere la presenza di un massaggiatore professionista. I tuoi clienti abituali potranno concedersi un massaggio, di tanto in tanto, ma potrai attirare anche clientela che raggiunge il tuo stabilimento esclusivamente per questo servizio. Chi lavora anche d’estate, e ha le ferie solo nel mese di agosto, potrà trascorrere o allungare una pausa pranzo diversa dal solito, oppure uscire un’ora prima dal lavoro e concedersi una mezz’ora o un’ora di relax totale.

Avrebbe potuto far parte anche delle attività sportive e adrenaliniche, ma a suo modo rappresenta anche un modo per rilassarsi: stiamo parlando delle immersioni subacquee. Organizzare dei corsi con degli istruttori professionisti, al termine dei quali si può fare una vera e propria immersione con mute e bombole, non è cosa da tutti i giorni. Per questo motivo, rappresenta un’occasione interessante per uno stabilimento balneare.

Quanti sognano di poter scendere in profondità, nuotare e scoprire tutto quello che ospitano i fondali marini e non essere vincolati dall’ossigeno, respirando come se fossero in superficie?

La spiaggia di sera

Come abbiamo accennato in un altro articolo, Riempire la spiaggia in bassa stagione, lo stabilimento balneare continua a vivere anche dopo la chiusura della spiaggia, la sera. Il servizio di ristorante e pizzeria, infatti, potrà garantirti un numero più o meno fisso di clienti, anche nella bassa stagione. Potrai arricchire l’offerta con diverse altre attività, come per esempio:

  • la discoteca in spiaggia, tra le attività che più è in grado di rendere indimenticabile una serata tra amici;
  • eventi culturali come il cinema all’aperto, la presentazione di un libro, spettacoli teatrali o di cabaret: tutte attività che si tengono anche d’inverno, al chiuso, ma che d’estate hanno tutto un altro fascino.

Organizzare eventi di questo tipo ti porta due tipi di vantaggi principali:

  • diffondere il nome della tua spiaggia e instaurare nuove partnership con clienti, fornitori o sponsor;
  • contribuire a far salire il fatturato dello stabilimento: sarà molto probabile che i clienti si concedano qualcosa al bar, magari in una pausa o all’intervallo, anche solo per scambiare due chiacchiere davanti a un caffè o una bevanda.
Condividi:


Come riempire uno stabilimento balneare anche nella bassa stagione
Come fare ad aprire uno stabilimento balneare: leggi, burocrazia, consigli
Il caso del lido di Pescaria a Trani, boom di prenotazioni con Cocobuk
previous arrow
next arrow
Slider
Cocobuk Manager

Tutto quello di cui hai bisogno per gestire la tua spiaggia e le prenotazioni online.

Scopri di più